giovedì 18 gen 2018
Login

Categoria: Varie

Taccuini di viaggio per conoscere il mondo

Con la Scuola del Viaggio di Milano ho partecipato a numerosi Workshops di Taccuino di Viaggio sotto la direzione del pittore Stefano Faravelli in varie città italiane: Modica, Matera, Bergamo, Venezia, Fonti del Clitunno, Verona, Bellissimi in Liguria, Caorle(Ve)

Dal 2009 al 2017 ho realizzato di numerosi Taccuini di viaggio : Modica, Matera,  Marocco, Roma, Giappone, Francia, Stati Uniti d’America, New York, Venezia, Fonti del  Clitunno, Verona, Vicenza, Il Lido di Venezia, La laguna di Venezia, Inghilterra,  Barcellona, Sardegna, Palermo, Caorle (Ve)

Il prossimo gennaio 2018 sarò presente a SARMEDE – SCUOLA INTERNAZIONALE D’ILLUSTRAZIONE Štěpán Zavřel

con un CORSO  i giorni 20-21 GENNAIO 2018

TACCUINI DI VIAGGIO – Viaggio intorno ad un “piccolo mondo”.

Il viaggio è rompere le abitudini, scoprire il mondo con occhi “nuovi”, “disvelamento di ciò che è sconosciuto”. Possono essere “riscoperte”anche piccole porzioni di luoghi conosciuti. Quello che è importante è il “come“ si guarda, risvegliare lo sguardo e scoprire la tessitura di segni da interpretare, comprendere, riprodurre, con tecniche diverse. Provare “stupore” anche per le cose semplici dipende molto da come si guardano le cose, i paesaggi, le persone, le situazioni.

Il taccuino da viaggio è il luogo dove mettere insieme immagini, ma anche foto, biglietti, piccoli fiori e foglie, pensieri ed informazioni raccolte.

Allora diventa a sua volta un piccolo mondo che raccoglie memorie che andrebbero perse, dimenticate, impoverite.

Nei colori ad acquerello, nelle scatoline da sei o dodici colori, si trovano tutte le infinite sfumature delle albe e dei tramonti della terra.

Ogni pittore ha i suoi colori: Hokney usava le matite colorate, perchè più dirette rispetto agli acquerelli; altri si portano tubetti e penne giapponesi caricate a inchiostro, qualcuno usa anche i colori a olio, altri pennarelli, penne stilografiche, penne a sfera e matite grigie.

Un corso breve di due giorni:

Sabato mattina ore 10:00 : introduzione del corso con esempi storici ed attuali: cercare di capire lo spirito del carnet di viaggio attraverso le esperienze di diversi pittori.

Pomeriggio : scelta di un tema : viaggio in gruppo attorno alla Chiesetta di Rugolo alla scoperta di “dati e ispirazioni” e sviluppo di un breve “racconto” del viaggio con disegni, schizzi, acquerelli, piccoli testi, citazioni, apporti materici.

Domenica mattina : continuazione del lavoro avviato ed esempi di impaginazione e costruzione di un piccolo taccuino in vari formati.

Pomeriggio : conclusione dei lavori e breve presentazione dei lavori eseguiti.

L’attrezzatura di base per il Taccuino di viaggio: una scatola di acquerelli di buona marca, da 12 colori, pennelli di martora n°1, n°3, n°6, comunque di buona qualità, un tubetto di tempera bianca Winso&Newton, matite colorate, pennarelli, chine, gomma, forbici, colla, taglierino, carta d’acquerello di cotone gr. 200-250 e/o carta bianca dai 150 ai 250 gr, a piacere carte colorate e scotch, anche colorato o trasparente, e di carta, qualche foglio di cartoncino da 300 gr., ago da lana e filo di cotone di media grossezza.


il progetto di uno spazio, di una residenza, di un hotel, di un giardino, di una pagina, di un oggetto….

ll nostro Studio è specializzato nel progetto, strumento necessario per la definizione dell’identità di uno spazio, di una residenza, di un hotel, di un giardino, di una pagina, di  un allestimento o di un oggetto di uso quotidiano.

Progetti di spazi, di giardini, di viaggi: progetti creativi, che nascono da esperienze interdisciplinari diverse e coordinate.

I viaggi e i taccuini di viaggio sono un modo di conoscere la realtà che ci circonda, la natura e gli spazi costruiti dall’uomo, rappresentare l’essenza delle cose.


Vivo in una città mutevole, affascinante, con una storia importante e lontana, fragile e meravigliosa, che vive nei suoi riflessi, nelle luci e nelle ombre di spazi di vita carichi di umanità : Venezia!

Dal 1985 esercito la professione di architetto come libero professionista, con lavori che gestisco in prima persona e in collaborazione con altri colleghi. Lavori di progettazione architettonica, territoriale e del verde, di restauro, di bioarchitettura-bioclimatica e di consulenza Feng Shui.



…..un park-giardino

…..a San Donà di Piave : in uno spazio urbano un parcheggio con giardino, vengono mantenuti gli alberi esistenti e verranno aggiunti alberi, arbusti e fiori nuovi nelle aiuole,  una fontana si estenderà lungo via Aquileia. (APT con arch. SergioPascolo)


….sul Lago di Garda (VR) a Malcesine altre Ecologic Room

“L’Eco Hotel Ariston è accogliente e curato in tutti i suoi particolari; immerso nel verde di uno splendido giardino, un’oasi di relax, ha una posizione favorevolissima per ogni tipo di spostamento.  Ideale per chi non ama usare la macchina.”…..così viene presentata dalla proprietaria questa piccola struttura alberghiera, che punta sulla qualità delle camere per il benessere dei loro clienti.

Il progetto di interni, curato da me, è partito da un’analisi Feng Shui della struttura alberghiera e si è concretizzato in una scelta di materiali e colori che soddisfacessero i principi di qualità e benessere richiesti dalla proprietaria, la signora Lara, che ha contribuito in prima persona alle scelte operate.

L’intervento di ampliamento è stato condotto secondo i parametri di risparmio energetico e di saubrità degli ambienti e una cura per le finiture esterne.

L’arredamento delle 8 Ecologic Room è stato realizzato con essenze certificate FSC e finiture atossiche, il pavimento in bambù naturale in listoni, le pitture sono ecologiche e fotocatalitiche (Keim), le ceramiche dei bagni sono “ACTIVE™”, un materiale fotocalitico con Biossido di Titanio con una funzione antibatterica, sono tutti prodotti che garantiscono una qualità molto alta.

L’Hotel è infatti certificato “Hotel Ecologico” da Ecoworldhotel.


“Wood room” una “Ecologic room” a Milano

“Wood room” : una camera d’albergo di nuova tipologia una “Ecologic room”, coniata da EcoWorldHotel, nello spirito di una nuova proposta di ospitalità alberghiera, del rispeto dell’ambiente e del benessere psicofisico degli ospiti.

Il progetto consiste in una ristrutturazione interna leggera, sono stati mantunuti quasi interamente gli spazi esistenti, con l’inserimento di un controssoffitto in cartongesso di linee morbide, che ridimensiona i rapporti tra le dimensioni della stanza.

Il progetto evoca un ritorno alla natura, il ritrovare se stessi in un ambiente che accoglie, protegge e trasmette sensazioni positive.

Nell’analisi Feng Shui degli spazi è stato rilevato l’orientamento magnetico e con questo è stato condotto lo studio del Ba Gua, dell’orientamento Yin-Yang, dei metodi classici, per stabilire l’equilibrio tra colori, forme, dimensioni e dell’influenza degli elementi naturali ed artificiali esterni.

Il progetto di arredo crea una sorta di “culla”, la stanza è di dimensioni ridotte, con rivestimenti lignei che incorporano anche un piccolo armadio e una lunga mensola a fianco del letto. Tutte le essenze lignee di rovere naturale sono di provenienza FSC (Forest Stewardship Council)  con finiture in cere ed essenze naturali, vernici atossiche, incastri esenti da colle contenenti forma aldeide, anche il letto è in massello, compresa la rete in doghe. Le forme del tavolo, del portavaligie e del controssoffitto sono dolci e sinuose, forme tondeggianti che richiamano le rotondità della natura: in natura non esistono forme aggressive, rettilinee, ma solo forme armoniche.


 

News

Sorry, but your category is empty!